Left
  • 01
  • 02
  • 03
Right

La doppia vita di Hugh van Cutsem
Metropoli e Natura

Un moderno e molto elegante Goethe che studia, cura e osserva la Natura, per meglio affrontare il moderno quotidiano.
Quello londinese e dunque metropolitano, che Hugh van Cutsem vive nel cuore pulsante della finanza e del mondo, durante la settimana.
Per poi tornare nell’Oxfordshire, indirizzo del suo secondo lavoro da contemporaneo fattore: “Adoro andare nelle città, ma non posso pensare di viverci”.

Sempre, Hugh ha vissuto immerso nella natura.
Cresciuto nel Suffolk in mezzo ai cavalli – il nonno celebre allenatore di corse – Hugh con la sua famiglia e i suoi fratelli Edward, Nicholas e William hanno passato le loro estati in un cottage nel Norfolk, à coté della tenuta di famiglia: “Venivano solo a portarci da mangiare, eravamo completamente indipendenti”.

L’odierno van Cutsem fa altrettanto con i suoi figli, quando da Londra li raggiunge a casa nell’Oxfordshire: “Stiamo costruendo il bosco perfetto. Facciamo lunghe passeggiate, in cui cerco di trasmettergli la passione e la libertà che ho avuto io da ragazzo.

Senza essere troppo filosofici, vedere alberi e animali attraverso i loro occhi, i piccoli dettagli che apprezzano e che gli insegno…mi ricarica”. La campagna come missione, assorbita dal padre, che gli ha insegnato l’importanza della cura dell’ambiente.

Il resto è business nella City, dove Hugh - padre fiammingo e mamma olandese – culturalmente cresciuto in una formazione classica, ancora una volta si sente diviso a metà: “C’è una comunità di europei anche a Londra, e c’è una sottile differenza….”.
Di molto inglese? “Ho assorbito la gestualità”.
E del complesso background familiare? “Sono stato fortunato a crescere nelle due dimensioni, ho imparato a sentirmi a mio agio in qualsiasi paese si debba vivere”.
L’eleganza che s’incarna, da trasportare ovunque, dentro di sé.
Vedi Hong Kong, metropoli dove Hugh ha lavorato per un anno dopo gli studi economici all’università di Edimburgo, dando anche lezioni private d’inglese a giovani cinesi: “Per arrotondare”.

Ritratti - Archivio

Emilie Fouilloux
La perfezione della naturalezza
Scopri di più
Adrien Chavassieu
Il perfetto viaggiatore
Scopri di più
Sara Brajovic
L’attrice trend setter
Scopri di più
Alexia Jordan
La passeggiata culinaria della designer collezionista di ossa.
Scopri di più
Tatiana Gecmen Waldeck
Musica e Mitteleuropa: il mix di Tatiana.
Scopri di più
Kyveli Alexiou
Lo stile come teatro del sé
Scopri di più
Pietro Anelli
In volo verso il futuro
Scopri di più
Lucia Odescalchi
La principessa contemporanea
Scopri di più
Polly Morgan
La divisa dell’artista
Scopri di più
Carolina Bucci
Rinascimento contemporaneo
Scopri di più
Noor Fares
Il mondo attraverso gli occhi
Scopri di più
Caroline Issa
La cultura della moda
Scopri di più
Andrea Brugnoni
Eclettico Metropolitano
Scopri di più
Hugh Van Cutsem
La doppia vita di Hugh van Cutsem
Scopri di più
Sofia Camerana
Dettagli di viaggio
Scopri di più
Matteo Sardagna
Il senso di Sardagna per la terra
Scopri di più
Hedvig Opshaug
Stile Quotidiano: come vestire la giornata
Scopri di più
Orsini Peduzzi
Da Roma a Parigi con Tine e Luisa
Scopri di più
Lola Toscani
Uno sguardo sulla New York di Lola Toscani
Scopri di più
Nathalie Dompè
La Milano di Nathalie Dompè
Scopri di più
Tala Samman
La fashion editor ci guida per la “sua” Dubai
Scopri di più
Guido Taroni
Messe a fuoco con Guido Taroni
Scopri di più
Peter Cincotti
Nella mia musica, l’eco di radici italiane
Scopri di più
Martha Ward
Uno sguardo nell’armadio di Martha
Scopri di più
Carlotta Loverini Botta
A day in London with Carlotta Loverini Botta
Scopri di più
Valentine Warner
Valentine Warner is revealing his touch
Scopri di più
Tod's Loves New York
New York Exclusively for Tod's
Scopri di più
Milan as seen by Micol
“Se è quello che vedono tutti, non è quello che vedo io”
Scopri di più
Chic muse
La fashion blogger Denni Elias
Scopri di più
The Northern Light
Hedvig Opshaug for Tod's
Scopri di più
The Blonde Salad
Chiara Ferragni exclusive for Tod's
Scopri di più