Skip to main content

MY BELOVED: Figaro

Io & Figaro

“Io e Figaro eravamo fatti l’uno per l’altro! È nato a 300 metri dall’appartamento in cui abitavo a Saint Germain des Près. Ci siamo conosciuti grazie a Sarah, un’amica newyorkese che possiede anche lei dei bassotti. Sono dei cani davvero unici ed entrambi ci siamo innamorati di questa razza”



Parla così Jean-Christophe Laizeau - Direttore della Comunicazione della Maison de Champagne Ruinart con sede a Parigi – svelandoci i particolari della sua Art de Vivre.

“Per lui ho scelto il nome di un personaggio di un’opera teatrale: un nome di razza che gli si addice alla perfezione. Incidentalmente è anche il nome di uno dei quotidiani francesi più letti, una scelta particolarmente azzeccata se consideriamo la mia professione!

Di Figaro apprezzo soprattutto l’intelligenza. Capisce quando ho fretta e quando invece ho tempo da dedicare a lui, adattandosi di conseguenza. È molto socievole con la gente e con gli altri cani e talvolta è persino capace di mantenere le distanze. Mi fa divertire tantissimo! Al pari del suo padrone, detesta la pioggia perché siamo creature “solari”. È capace di sonnecchiare per ore a bordo piscina sotto un sole cocente. Adora la campagna e credo che a volte gli piacerebbe montare a cavallo con me.

Ci piace fare passeggiate insieme. Essendo molto obbediente, non uso mai il guinzaglio. Nel weekend facciamo lunghissime camminate, mentre gli altri giorni facciamo jogging nel Bois de Boulogne di fronte a casa. Un anno fa ci siamo trasferiti da St Germain a Neuilly. I parigini hanno cercato di farmi cambiare idea ma devo dire che è il posto ideale per vivere a Parigi.
Neuilly è l’Upper East Side parigino e il Bois de Boulogne è un luogo d’incanto.

Siamo inseparabili. Lo porto con me in ufficio, al ristorante, in viaggio, a casa di amici nel weekend. Le persone con figli sono contentissime perché Figaro è capace di giocare con loro per ore – ha una pazienza infinita… E’ un bassotto con cui è facile convivere perché, modestamente, posso affermare di avergli impartito un’ottima educazione.

Insieme andiamo in qualsiasi angolo del mondo, ad eccezione dell’Inghilterra perché è ancora un po’ troppo complicato con i permessi. Quando devo andare a Londra, Figaro si trasferisce nella casa di famiglia nel Loiret, in campagna. Abbiamo soprannominato questo posto Prozac-sur-Loire perché lì non c’è proprio nulla da fare. Ma è perfetto per Figaro, che si crogiola al sole o dorme.

Anche Figaro, come me, adora Venezia. I veneziani hanno poi un’adorazione per i bassotti e per questo motivo non appena arriviamo siamo al settimo cielo. E poi Figaro non soffre neanche il mal di mare!

Ovviamente a Figaro piace anche NYC, dove ha molti amici: Gus, Cricket, Hélène e Jackeline, i bassotti della mia amica Sarah e di sua figlia Whitney. A New York il suo negozio preferito è Canine Style nell’Upper East Side!

Quando facciamo un viaggio assieme, utilizzo sempre una borsa donatami da Yves Carcelles. Figaro sa che quando la preparo, è perché siamo in partenza. Allora corre subito a cercare il suo giochino preferito e si infila nella borsa, pronti per partire!”

Back to top