Skip to main content

Harold Mackeene

Elogio della semplicità.
Il designer che viaggia e pensa grafico, come lo sono i suoi accessori.

Nato a Bruxelles, da un padre diplomatico, Harold ha sempre avuto l’abitudine di viaggiare.
Ha creato insieme al fratello il marchio Mackeene (www.mackeene.com) di accessori per uomo, che coniugano la vita sportiva nautica e l’eleganza creativa.
La sua vita gira intorno alla fotografia, alla grafica, e al design. Non solo da un punto di vista creativo ma anche di logistica, produzione, contabilità e vendite.
“Tutto questo mi da la possibilità di passare da un paese all’altro. Ma il paese che preferisco di più è quello con le onde, il sole, le tartarughe e anche i bellissimi pappagalli da tenere in casa.”

Mi sento elegante: quando apro una porta ad una donna, quando mi tolgo gli occhiali da sole per guardare qualcuno negli occhi – per me l‘eleganza non è nell’apparire ma nel modo di essere.
L’outfit dei miei sogni: nessuno in particolare, ma apprezzo il giusto valore dei materiali belli. Gli oggetti di qualità, i prodotti che hanno richiesto uno studio creativo e una sapienza artigianale.
Il lusso è: come l’eleganza, uno stato d’animo. Legato alla qualità della vita. Apprezzo molto per esempio bere della birra ghiacciata guardando le onde al tramonto del sole.
Il più bel regalo mai ricevuto: le parole “ti amo” se vengono dalla persona che ami veramente.
Nella mia valigia: stivali, jeans, pullover a girocollo, camicie bianche, costume da bagno, t-shirt di cotone e qualche paio di occhiali da sole.
Il mio posto preferito:
- in autunno la città, Parigi o New York;
- in inverno Caraibi e pappagalli;
- in primavera le spiagge selvagge della Normandia;
- in estate il Mediterraneo.

La mia Colonna sonora: soprattutto elettronica, e soprattutto quando non è troppo commerciale. Sono capace di cercare per ore e ore nuovi artisti su Soundcloud. Quali li trovate sul mio sito.
Interior Design: la luce è la mia passione o il mio tocco finale… le candele sono dunque indispensabili.
Il mio libro preferito: ( “Einstein e la formula di Dio” di José Rodrigues dos Santos.
Paure: non riuscire a mantenere le proprie promesse, l’impegno nel tempo.
Mai: agire sull’onda di una reazione prettamente emotiva.
Sempre: prendersi il proprio tempo e trovare la pazienza per tutto.
L’app che uso di più: Gmail, Instagram, Soundcloud.
I miei indirizzi di Parigi:
- Restaurant: Obermama, Ellsworth, Beefclub
- Bar: Café Père et Fils, Lockwood
- Night Club: No Comments, Montana, Silencio o il Bagatel
- Shop: Loft, Sandro
- Marché: Marché Bio de Raspail, Hédonie Health food
- Club de Sport: Ken Club
Back to top