Sara Brajovic

L’attrice trend setter

Già pianista e modella, ora recita e cura una sua personalissima realtà, virtuale.

Innanzitutto online, la trovate su thecoveteur.com.

Più precisamente, trovate le scelte del blog di stile della modella di giorno e pianista la sera, che lavorava a New York, e che ora abita a Roma, ed è invece attrice.

L’estate di Sara Brajovic è passata davanti alla cinepresa, i weekend la fuga ad Amalfi, in settimana le riprese per una serie televisiva che uscirà in autunno su un canale televisivo italiano.

Già modella, ora blogger e trend setter, Sara Brajovic è nata a Parigi, cresciuta tra la Svizzera e Parigi, dove ha studiato alla École Normale de Musique de Paris, poi Londra, dove frequenta la facoltà di Storia al King’s College, prima di lavorare da Sotheby's nel reparto impressionisti. La carriera di modella, la porta a New York, dove nasce l’istinto d’osservazione per tendenze, moda e viaggi, quindi il suo blog, dove dispensa consigli. "come ho sempre fatto con gli amici che mi chiedevano il mio parere su cosa indossare o dove andare".

Curiosità: “Sono piuttosto fissata con la tecnologia quindi dai testi alla grafica, mi occupo del blog a 360°".
Da attrice, Sara interpreta diverse parti, in quest’ultima è una francese sposata a un italiano.
Seduttiva: “Sono stata obbligata a vivere in shorts oppure minigonna e quasi sempre scollata”.
Invece, lei: “Di giorno amo il casual comfort”.
Che significa tutto il contrario della suddetta francese: tessuti leggerissimi, forme morbide e mai attillate, scarpe piatte e colori neutri.
Invece, di sera: “Mi trasformo. Abiti stretti o comunque gonna, e molti bustier”.

Lo è già, molto femminile, sarebbe divertente il contrasto: “Anche indossare la giacca dello smoking è qualcosa che faccio spesso, e la trovo molto versatile”.
Chi ama recitare ama entrare nelle parti, la Brajovic evidentemente in quella di donna-donna, senza dubbi.

Una paura? “Le altezze e le profondità. Non potrei buttarmi da una barca nel mare profondo. Non amo ciò che è sconosciuto”.
La mania: “Mangiare, senza dubbio. Non ho mai fatto una dieta, ma faccio moltissima ginnastica”.
I preferiti: “Gli spaghetti alla carbonara con zucchine, per esempio della Conca del Sogno a Roma. Altrimenti polpette di carne, purtroppo molto cioccolato, anche se ultimamente mi sono spostata sul cibo salutare. Cucino ricette a base di quinoa anche per gli amici”.
In borsa: telefono/carta di credito/chiavi/cuffie per la musica
La musica: quella che ascolta incessantemente camminando per le città, chilometri e chilometri: “Veramente di tutto, country escluso”.
Un’infanzia immersa nella musica classica e in una famiglia artistica, padre e zio attori, Sara è stata anche pianista, ora predilige sound elettronici con tocco alla francese.
Il libro: Primo amore di Turgenev, sempre romanticismo avanti a tutto.
Il film: le Uova d’oro di Bigas Luna, e tutta la sua filmografia di sensualità spagnola
Current Obsession: nel suo blog, unire le frasi, anche dell’ultimo libro letto, alle immagini e ai paesaggi fotografati.

Torniamo al principio, e la ritroviamo online.
Back to top