Sofia Camerana

Dettagli di viaggio

Globetrotter del lusso. Ha attraversato stanze e continenti, ovvero tutti gli alberghi del mondo, per lavoro. Si parla della giovane Camerana specializzata in travel & lifestyle, pubbliche relazioni, ramo viaggi. Molti gli alberghi visitati e giudicati, altrettante le posate raccolte: una ad ogni passaggio. La somma dei souvenir, anno dopo anno, ha creato una peculiare raccolta: il servizio che mette a tavola tutto il mondo.

La incontriamo nella casa torinese in cui è cresciuta, ora dimora del weekend. Ma Sofia vorrebbe tornarci.
La riconoscete perché tiene la borsa in mano, letteralmente, nel senso che la stringe tra le dita: Sofia non usa i manici.
Noi ora la usiamo per chiederle sapienti dettagli da viaggiatrice.

L’albergo perfetto:
1 - un bar con cocktail speciali e molto divertente. Dove si attira la gente del luogo e si respira un po' di città dentro le mura dell'albergo;
2 - letti comodissimi e lenzuola da potersi portare a casa;
3 - un profumo che lo caratterizzi e che lo renda unico e speciale (vedi l'Imperial di Delhi con il suo Jasmine scent);
4 - room amenities personalizzate, un terapista per un massaggio o un trattamento che sia unico… incentivo a tornare, o da ricordare.

Gli alberghi perfetti:
De Russie, Roma: “perchè è così Roma, alla Grande Bellezza.
George V, Parigi: “l’ultra dello chic.
Post Ranch Inn, Big Sur: “l'albergo più romantico e più bello dove sia mai stata!!!!”.
Taj Mahal Palace, Mumbai: “perchè respiri la storia“.
Soneva Fushi, Maldives: “davvero molto green, il cibo magnifico, una bellissima spa. E non è claustrofobico: pur essendo su un atollo”.

Valigia: a mano. Il trolley è rigido, le regole anche. Il trucco è muoversi a blocchi di colore, in modo che anche tutti i capi siano intercambiabili tra loro. In ogni caso: 1 paio di tacchi. 1 paio di sneakers. 1 paio di leggings e teeshirt per andare a correre. 1 scarpa piatta, sempre chic.

Sempre: cambiare idea. Mai: chewing gum.
Sempre con lei: la collanina con la Rosa dei venti. Se viaggia, il rotolo di velluto con i gioielli è con lei: “con lui, mi sembra di non potermi perdere”.
Beauty Secret: il lipstick 8 hours, anche sulle mani.
Nel weekend: “adoro andare a fare la spesa, in particolare al mercato della carne”.

Camerana Tod’s Touch. Un paio di Tod’s Winter Gommino, all'età di 13 anni: il suo primo mito, quindi la prima scarpa che si è fatta regalare nella vita.

Back to top