MY MANIA: Polly Morgan

Le mie ricette

Artista londinese cult, dal 24 febbraio sarà in mostra a Milano nella Galleria Voena, negli spazi di via Fontana che s’inseguono, stanza dopo stanza, in un mix d’antico e contemporaneo che molto le assomiglia, artisticamente parlando.

Polly Morgan, a breve online il suo Portrait, si distingue nel panorama dell’arte per la tecnica – ultra retrò – con cui rielabora il passato per immaginare il suo futuro: la pratica della taxidermia, leggi imbalsamazione, come base di odierne visioni a sfondo surreale.

Cornette del telefono da cui escono pulcini, pulcini altrimenti appesi al proprio palloncino rosso che galleggiano a pochi centimetri dal suolo, altrimenti opere molto più ingombranti, altrimenti inquietanti come il pitone che simboleggia – così senza capo né coda - il segno dell’infinito…

Nella sua casa di Londra, compresa di laboratorio a pianterreno, Polly Morgan continua a elaborare ricette, ma in questo caso si tratta dei piani alti affacciati sulle vetrate e di sofisticazioni a sfondo gastronomico, del suo essere artista anche a tavola, “adattando” piatti amati al ristorante.

Ecco come.

“Questi sono piatti che cucino regolarmente. Sono tutte versioni leggermente adattate di piatti che ho amato al ristorante…”.

Fegatini di pollo con pere caramellate, pan brioche, basilico e capperi.
Friggete quattro pere mature nel burro fino a farle caramellare.
Aggiungete un pizzico di sale marino.
Tostate e imburrate il pan brioche.
Scegliete delle foglie grandi di basilico e cospargetele con capperi sotto sale e qualche goccia di olio d’oliva.
Cuocete in padella i fegatini di pollo per pochi minuti da ogni lato. Devono restare rosa all’interno.
Servite i fegatini adagiati sul pan brioche tostato e accompagnandoli con l’insalata di basilico e capperi e con una pera caramellata.
Midollo, pane tostato, prezzemolo e capperi.
Chiedete al macellaio di tagliarvi un garretto di vitello a fette da 5-6 cm.
Cuocete in forno per 20 minuti.
Tritate finemente il prezzemolo e i capperi sotto sale, aggiungete un po’ di olio d’oliva e servite con pane tostato.

Spigola con riso al cardamomo.
Per ogni porzione, preparate un foglio grande di alluminio all’interno del quale avvolgerete i seguenti ingredienti, chiudendo bene in modo che non possano fuoriuscire:
una spigola intera
zenzero tritato
aglio tritato
peperoncino tritato
cetriolo affettato (senza la polpa)
citronella affettata (da togliere per mangiare)
mezza cipolla tritata
due cucchiai di salsa di soia.
Infornate e lasciate cuocere per 20 minuti a 180°C.
Per il riso: utilizzate del riso basmati e una quindicina di baccelli di cardamomo. Aggiungete acqua a sufficienza per coprire il riso e una noce di burro. Portate a bollore e lasciate bollire per un minuto con la casseruola coperta. Poi infornate la casseruola (da forno) e lasciate cuocere per 20 minuti a una temperatura moderata (160°C).
Cospargete il riso e la spigola con coriandolo fresco tritato.

Back to top